Allenamento

Home » Scuola » Allenamento

PREPARAZIONE FISICA NEL GOLF

Come in tutti gli sport, la preparazione fisica è fondamentale per la prestazione della disciplina ed è essenziale per la prevenzione degli infortuni.

Il Golf è uno sport di abilità tecnica e concentrazione. Esso non richiede solo sforzo psichico ma anche fisico durante le molte ore di gioco che si svolgono su percorsi spesso collinari e sotto diverse condizioni atmosferiche.
I pilastri dell’allenamento per la preparazione fisica sono costituiti dalle Capacità Condizionali e Capacità Coordinative ovvero dalle CAPACITA’ MOTORIE.
Per un golfista l’obiettivo consiste nel migliorare le Abilità Motorie, ovvero le Capacità Tecniche e Tattiche, tramite esercitazioni specifiche e mirate per consentire adattamenti specifici e duraturi al fine di migliorare tali abilità.
Per la preparazione fisica del Golf è da tener conto, anche se non è la qualità principale, l’importanza dell’attività Aerobica che è la base per migliorare la capacità di tolleranza allo sforzo prolungato e su cui costruire le altre abilità.
Il nostro corpo è continuamente soggetto a ricevere informazioni dal mondo esterno, da ciò che ci sta attorno e da tutto ciò con cui abbiamo a che fare, grazie ai nostri sistemi di senso.

Altro elemento molto importante che bisogna considerare nel Golf è il mantenimento della corretta postura e dell’equilibrio. Queste si basano sulle informazioni che provengono da diversi sistemi quali: vestibolare, visivo, propriocettivo. Quest’ultimo riceve informazioni dai tendini, dai muscoli, dalle articolazioni che raggiungono il cervello che a sua volta elabora in continuazione come il corpo è disposto nello spazio con i vari elementi. Tanto più questo sistema è sviluppato, tanto maggiori saranno le informazioni che giungeranno al cervello garantendo una maggior organizzazione e precisione del movimento. Di conseguenza la prestazione tecnica migliorerà.

Capacità fondamentali nel Golf sono quelle di avere una buona Flessibilità, Mobilità ed Elasticità:
La Flessibilità è la capacità di massima escursione delle articolazioni in condizione statica fisiologicamente tollerabile. E’ una misura del R.O.M. (range of motion) specifica per ogni articolazione.
La Mobilità è la capacità motoria che rappresenta il presupposto per raggiungere ampiezze sufficientemente elevate nell’escursione delle articolazioni durante l’esecuzione di movimenti o l’assunzione attiva di determinate posizioni.
L’Elasticità, che è la capacità del compartimento muscolo tendineo (e non solo) di stoccare l’energia elastica a seguito di un allungamento con conseguente possibilità di restituzione durante la fase concentrica del movimento stesso.

Essenziale in tutti gli sport è il concetto di CORE, il centro del corpo. L’allenamento del core in ambito sportivo, consentirà una maggior capacità da parte dei muscoli delle spalle, delle braccia e delle gambe di generare potenza diminuendo il rischio di infortuni muscolari come conseguenza del miglioramento della prestazione dovuto all’accrescimento dei valori di rapidità, agilità ed endurance. Questo concetto ha una valenza in tutte le discipline sportive che necessitano di una buona capacità di stabilizzazione e di controllo neuromuscolare legata alla natura tridimensionale di molti movimenti specifici che richiedono per questo un adeguato livello di forza dei muscoli del tronco e delle anche, caratteristiche fondamentali dei giocatori di Golf.

Solitamente i movimenti in ambito prestazionale-sportivo, sia che siano ciclici o aciclici, sono correlati alla necessità di superare rapidamente una resistenza esterna esprimendo forza rapida. Pertanto, le componenti di forza che intervengono sono quelle collegate alla stimolazione nervosa.
Il gesto dello swing nel Golf, ad esempio, è un movimento molto complesso che per esser effettuato richiede oltre alla coordinazione, stabilità, equilibrio, mobilità, anche forza e velocità, quindi potenza, che come espressione di forza richiama la forza esplosiva.

Questi sono gli ingredienti per la preparazione fisica per il Golf, ovviamente la tecnica risiede sempre in alto nella scala dei componenti del golfista.

1

ESERCIZI

Esercizi semplici ed utili per effettuare un piccolo condizionamento a casa possono essere:

Aerobici:

  • come il camminare per + di 1h al giorno;/li>
  • la corsa per + di mezz’ora;
  • la cyclette o la bike anche questa per + di mezz’ora e tutte le attività di durata superiore alla mezz’ora/ora.

Propriocezione ed equilibrio: (possibilmente senza calzature)

  • in equilibrio bipodalico su superfice instabile(materasso/cuscino/divano);
  • equilibrio monopodalico per 30”/45”/60”/90” ;
  • in equilibrio monopodalico su piani instabili (cuscino/divano/materasso) 30”/45”/60”/90”.
corsa
Per aumentare la forza nella stabilità:
Balance Training

  • accosciate su piano instabile(materasso/divano);
  • step su ripiano instabile(su giù dal letto/divano);
  • eseguire da 10 a 15 ripetizioni per 3/5 serie con pausa di 60”.

Flessibilità: effettuare esercizi di stretching e mantenere la posizione per un tempo di 30” (vedi illustrazioni che seguono).

movimento
Core: effettuare esercizi di stabilità prona e laterale come il plank; in quadrupedia slanciando gli arti in modo alternato; stabilità supina effettuando il ponte sempre per la muscolatura coxo-lombo-pelvica; esercizio per la rotazione come il Russian twist; effettuare gli esercizi da 15” a 40”

Un Golfista allenato atleticamente avrà prestazioni di gioco migliori e avrà un minor rischio di infortunio.

ALEX BONAITA